Siamo spesso portati a pensare che il comfort su uno yacht sia direttamente proporzionale alla dotazione di bordo. In realtà, tutto è vano se prima non si considera il benessere acustico che una barca può offrire.


Chi acquista un’imbarcazione da diporto lo fa per godersi il proprio tempo con famiglia e amici. La barca è vista come un rifugio sicuro dal caos della città, un posto in contatto con la natura e che assicura pace e relax. Il rumore a bordo e una scarsa qualità acustica degli ambienti, riducono o annullano completamente la qualità della “boating experience”.

Yacht e Megayacht moderni sono generalmente equipaggiati con tutti i comfort e con tecnologie migliori di quelle che si possono trovare in un’abitazione di buon livello. Ma a differenza delle case tradizionali, per offrire un buon comfort a bordo, le barche devono fare i conti con fonti di rumore estreme che battono di gran lunga la strada più trafficata della città più caotica.

Su una barca tutto produce rumore: lo chassis, gli allestimenti, l’elica di prua e soprattutto il motore diesel sono i principali nemici del comfort a bordo. Anche a barca ferma, i generatori elettrici o l’impianto di condizionamento possono fornire uno sgradito sottofondo.

Se poi consideriamo la morfologia degli yacht, gli scafi e le cabine si prestano efficacemente a ruolo di casse di risonanza, amplificando il rumore e influenzando negativamente il piacere della navigazione.

Il rumore su una barca è trasmesso sia per via aerea (Airborne) sia per vibrazione delle strutture (Structure-borne). Ogni giorno nascono dispositivi che riducono efficacemente le vibrazioni delle parti in movimento, ma come tutte le componenti meccaniche, hanno problemi di usura e necessitano di costosa manutenzione. Viceversa, col passare del tempo, riducono o annullano il loro effetto. Anche l’industria dei motori è concentrata sullo sviluppo di propulsori sempre più silenziosi, anche se mediamente l’emissione sonora di un motore diesel è spesso sopra i 100 decibel.

Isolare acusticamente gli ambienti e mettere in atto sistemi antivibrazione delle compartimentazioni diventa quindi l’investimento migliore per ridurre al minimo gli impatti del rumore sulla vita a bordo. Proprio su questi aspetti si concentra l’impegno dei progettisti e dei yacht designer.

Materiali fonoassorbenti o fonoisolanti? Facciamo chiarezza.

Spessissimo, anche tra professionisti, si parla di fonoisolamento e di fonoassorbimento in maniera intercambiabile, come se fossero due termini che definiscono la stessa cosa. In realtà sono due discipline profondamente differenti anche se entrambe puntano all’obiettivo comune di migliorare il comfort acustico.

I materiali fonoassorbenti hanno la caratteristica di trasformare l’energia acustica che li colpisce e li attraversa, in un’altro tipo di energia (ad esempio calore). Le onde sonore quindi non sono riflesse dal materiale fonoassorbente ma parzialmente incamerate o “frammentate e ridistribuite” (sound diffusion). Più semplicemente, vengono impiegati i materiali fonoassorbenti quando si ha l’obiettivo di migliorare l’acustica di un ambiente, evitando riflessioni e reverberi che danneggerebbero la qualità del suono.

I materiali fonoisolanti svolgono esattamente il compito opposto. Riflettono l’energia acustica impedendo la propagazione del rumore (fonoimpedimento).

Sebbene entrambe le pratiche siano raccomandate per aumentare il comfort di bordo, il fonoisolamento (o isolamento acustico) ricopre un’importanza maggiore tra le due, dato che la finalità principale non è quella di creare delle sale da concerto galleggianti, ma proteggere gli ospiti da rumori molesti che impediscano di vivere con tranquillità la navigazione.

Come isolare acusticamente la barca.

E’ comune pensare che la prestazione di un materiale fonoisolante sia legata alla sua densità o massa per metro quadro, specialmente se il rumore da isolare “lavora” a frequenze sonore medie e alte. Si pone quindi subito una sfida per chi progetta yacht e imbarcazioni: isolare acusticamente senza appesantire eccessivamente la barca (trovi qui un approfondimento su come diminuire il peso della barca).

La corretta installazione a bordo di materiali fonoimpedenti è inoltre cruciale per ottenere risultati concreti: il suono e il rumore, specialmente quelli di tipo airborne, trovano facilmente strada se ci sono piccole “falle”, discontinuità o giunzioni mal realizzate nel materiale fonoisolante. Inutile sottolineare come un’installazione attenta e precisa realizzata a bordo e in corso d’opera, richieda particolare cura e dilati i tempi e costi di realizzazione.

Per rispondere a queste casistiche, abbiamo sviluppato dei pannelli strutturali e di finitura che integrano lo strato di isolante acustico al loro interno, eliminando giunti e fessure che possano provocare una diminuzione della performance e riducendo sensibilmente i tempi e costi d’installazione. Inoltre, il materiale utilizzato per isolare acusticamente, completamente atossico, è stato selezionato in funzione del suo rapporto peso/prestazioni, per ovviare alla necessità di leggerezza delle imbarcazioni senza sacrificare il risultato dell’isolamento.

A differenza da quello che si può immaginare, lo strato fonoisolante è estremamente sottile e permette di ottenere ottimi risultati anche in assenza di ampi spazi di manovra. Vediamo alcune soluzioni:

Grazie all’ottimo rapporto tra peso e potere fonoisolante, Isophon Light™ è particolarmente indicato per la realizzazione delle parti sollecitate da rumore a bordo di imbarcazioni di prestigio e che richiedono un elevato grado di comfort.

Tra le applicazioni: Pavimentazioni, paglioli, cabine, casse insonorizzate, compartimentazioni portanti, divisionali.

Maggiori informazioni su Isophon Light

IsoFloor™ è il pannello sandwich definitivo per realizzare lo strato fondativo delle pavimentazioni interne ed esterne di Yacht e MegaYacht.
Un compromesso virtuoso di rigidità, stabilità e isolamento acustico, offre con l’installazione di un unico pannello tutti i vantaggi offerti dalla tradizionale posa “a strati”, riducendo sensibilmente i tempi di installazione, ottimizzando il ciclo di lavoro in cantiere e i costi di manodopera.
E’ disponibile anche nella versione leggera con core layer in PVC.

Tra le applicazioni: Paglioli, pavimentazioni, piani di calpestio, può essere utilizzato con successo anche per realizzare compartimentazioni portanti.

Maggiori informazioni su IsoFloor

Il pannello Isomar + Isophon Light™ trova applicazione nei progetti in cui viene richiesto un peso realizzativo contenuto, elevate caratteristiche meccaniche ed eccellenti prestazioni di isolamento acustico. Sviluppato per soddisfare le esigenze della cantieristica navale e da diporto, il pannello si presta efficacemente anche per opere in ambito edilizio.

Tra le applicazioni in ambito nautico: Pareti e compartimentazioni strutturali, cabine motori e paratie portanti in generale che necessitano di isolamento acustico.

In ambito edilizio: Casette prefabbricate e house boats, pareti divisionali equipaggiate di canaline per impianti, soppalchi.

Maggiori informazioni su Isomar + Isophon Light

E per il rumore trasmesso da vibrazione?

Su una barca, come detto, non dobbiamo fare i conti solo con rumore propagato per via aerea. Le vibrazioni trasmesse da motore e organi meccanici devono essere comunque tenute in considerazione durante la progettazione di una barca confortevole.
I pannelli fonoisolanti sono ottimi per ridurre il rumore airborne, ma esprimono il loro migliore valore se abbinati e montati con dei supporti specifici finalizzati a ridurre le vibrazioni. Abbiamo sviluppato dei montanti che smorzano le vibrazioni, utilizzabili sia per realizzare pareti e compartimentazioni, sia per pavimentazioni e cielini.

Spesso utilizzate in combinazione con i pannelli di Isophon Light™, le barre Isophon servono ad attutire ed estinguere le vibrazioni e il rumore, derivanti dalle propulsioni dei motori, a bordo delle imbarcazioni più prestigiose.
 Le barre sono disponibili in tre diverse tipologie per rispondere alle esigenze di riduzione delle vibrazioni sia a pavimento che a parete, garantendo così il più elevato comfort acustico all’interno degli ambienti.

Maggiori informazioni su Isophon Bars

Ridurre il rumore a bordo. Solo per Yacht?

Anche se è comune associare la necessità di comfort a yacht prestigiosi, in realtà quasi tutte le imbarcazioni non possono prescindere da questo aspetto. Se ad esempio spostiamo l’attenzione sulle barche commerciali, da lavoro o perfino sulle barche militari, possiamo subito intuire che le fonti rumorose aumentano. E’ quindi cruciale anche per questo tipo di imbarcazioni, porre attenzione al comfort, anche perché in senso lato, maggiore comfort corrisponde a maggiore sicurezza.

Fonoisolamento e resistenza al fuoco

Con l’avanzare di una normativa sempre più attenta alla sicurezza e alla prevenzione del fuoco, sono stati sviluppati dei pannelli fonoisolanti che rispondono ai severi standard in materia di protezione antincendio.

I Pannelli Sandwich ignifughi sono indicati per realizzare compartimentazioni, arredi e allestimenti navali soggetti alla normativa IMO SOLAS MED o impiegati su qualsiasi imbarcazione che richieda un miglioramento della sicurezza e protezione antincendio.

Maggiori informazioni su IsoFlam

I vantaggi dei pannelli fonoisolanti riassunti

  • fornire una migliore esperienza a bordo
  • aumento della privacy tra le varie aree della barca
  • risparmiare tempi e costi di installazione
  • ottenere risultati senza aumentare eccessivamente il peso
  • istallazione in spazi ridotti grazie allo spessore ridotto
  • rapporto costi/benefici virtuoso
  • creare un isolamento acustico a regola d’arte
  • manutenzione delle parti pressoché inesistente

Devi aumentare il comfort della tua barca?

Mettiti in contatto con noi e parlaci del tuo progetto. Appena analizzati i dettagli e gli obiettivi, i nostri consulenti ti potranno suggerire la soluzione e i prodotti più adatti al tuo caso.

Chiedi un consulto